aprire-un-negozio

Aprire un negozio: come si fa?

Al giorno d’oggi aprire un negozio o aprire una attività di qualsivoglia tipo, può essere una impresa davvero difficile. Questo perché esistono una serie di documentazioni ed azioni legali e simili che si rivelano essenziali ed obbligatorie per poter aprire un negozio.
La burocrazia in questo senso è molto chiara al riguardo, nessuna attività o negozio fisico può essere aperta senza la presentazione di determinati documenti, e senza la costruzione di alcuni passaggi e posizioni che riescano ad aiutare legalmente nella sua apertura. Qualsiasi attività venga aperta in questo paese ha bisogno di alcuni requisiti fondamentali, senza i quali si parla ovviamente di attività illecita, che viene perseguita penalmente ed aspramente dalle forze dell’ordine. Vediamo ora quali sono i passaggi fondamentali e chiave per poter aprire un negozio.

Quali sono i requisiti fondamentali per aprire una attività?

Per prima cosa si richiede l’apertura di una posizione fiscale (comunemente chiamata partita IVA). In questo modo tutte le operazioni del richiedente (che deve essere  maggiorenne) per aprire un negozio, potranno essere monitorate e controllate dallo stato. Per sapere di più su questo argomento, leggi il nostro approfondimento su come aprire una partita IVA nello specifico.

Ci sono altre parti importanti?

Di seguito a questa operazione, per poter aprire una attività, come aprire un negozio di abbigliamento ad esempio, andranno aperte anche le necessarie posizioni previdenziali. Nello specifico parliamo di INPS ed INAIL. Il primo riguarda testualmente la previdenza sociale. Ovvero tutte quelle operazioni che, parlando di aprire un negozio, sono strettamente legate alle pensioni ed alle imposte in generale. Il tutto finalizzato al futuro proprio e dei dipendenti.
Il secondo invece riguarda un campo molto più delicato, quello degli infortuni sul lavoro. Una istituzione che garantisce e tutela i lavoratori in ogni campo, compreso ovviamente quello dei negozi.

Non dimentichiamoci della DIA

In ultima battuta, ma non certo per importanza, per poter aprire un negozio è necessario anche farsi rilasciare dal proprio comune, almeno 30 giorni prima dell’avvio dell’attività stessa, la cosiddetta DIA.
Si tratta della Dichiarazione di Inizio Attività, una pratica che, con una comunicazione precedente al comune di residenza e di presenza del negozio, comunichi la sua apertura.
Per poter fare questo è anche necessario iscriversi al registro delle imprese, così da comunicare allo stato che tipo di attività stiamo andando ad aprire, quali funzioni svolgerà e tutti i dettagli del caso.

Noi possiamo aiutarti ad aprire un negozio

Aprire un negozio come abbiamo detto e ripetuto, può essere una operazione che richiede tempo, dedizione e soprattutto competenze assolutamente specifiche. Qui interveniamo noi. Grazie ai nostri specialisti di marketing, ed al nostro team di commercialisti, siamo e saremo in grado non solo di consigliarti che tipologia di negozio aprire a seconda della tua residenza o del tuo comune. Saremo anche in grado di dirti come mandare avanti una attività di successo. Contattaci immediatamente utilizzando il pulsante in fondo a questo articolo. Riceverai nel più breve tempo possibile una risposta, e potremo iniziare subito a costruire il negozio dei tuoi sogni ed a farlo fruttare.

Autore dell'articolo: Francesco E.

Rispondi